About my Blog

writing  often it is the only thing between you and impossibility. no drink, no woman's love, no wealth can match it.  nothing can save you except writing.  it keeps the walls from failing. the hordes from closing in.  it blasts the darkness.  writing is the ultimate psychiatrist,  the kindliest god of all the gods.  writing stalks death. it knows no quit.  and writing laughs at itself, at pain.  it is the last expectation, the last explanation.  that's what it is. 

domenica 23 novembre 2008

I'm not here, this isn't happening.

Mi sforzo di studiare, mi sforzo di pensare che domani sarà il mio compleanno e mi sforzo di trarne giovamento, mi sforzo di sorridere al telefono per non far preoccupare chi mi ama, mi sforzo di guardare avanti quando vorrei solo sedermi e guardare le cicatrici che la vita mi ha lasciato addosso, mi sforzo di ricacciare indietro le lacrime, mi sforzo di non sentirle scendere, mi sforzo di sopportare, di non urlare, ma lo sforzo è vano, mi sforzo di capire in cosa sbaglio, mi sforzo di ticchettare su questo schermo il flusso convulso dei miei stupidi pensieri, mi sforzo di alzarmi, vestirmi e chiudere il cancello dietro di me, come se non dovessi tornare più indietro.
Ecco, appunto. Come se.
Danielagna.

1 commenti:

valeria ha detto...

Come se, ogni giorno
fosse uguale a quello prima
fosse come il giorno prima.
(subsonica)
ahò...ce stava...
Gnoma