About my Blog

writing  often it is the only thing between you and impossibility. no drink, no woman's love, no wealth can match it.  nothing can save you except writing.  it keeps the walls from failing. the hordes from closing in.  it blasts the darkness.  writing is the ultimate psychiatrist,  the kindliest god of all the gods.  writing stalks death. it knows no quit.  and writing laughs at itself, at pain.  it is the last expectation, the last explanation.  that's what it is. 

mercoledì 26 novembre 2008

Scrivo poco, e male.

Diciamo subito che dall'ultimo post il mio umore si è decisamente rasserenato. Tuttavia, secondo un'inversa proporzionalità totalmente inaspettata, la salute (forse per via del quarto di secolo appena raggiunto), non mi assiste affatto. In breve: smucciolo elegantemente per casa, avverto un insidioso principio di mal di gola e mi sento rincoglionita come un bradipo sotto acido.
La vita mi sorride, insomma.

Per il resto tutto procede per il meglio:

la tesi diventa sempre più corposa (con taaaanta calma),

l'amore va a gonfie vele (anche lui influenzato, perchè noi le difese immunitarie le si compra al mercato),

la salsa vive y llega hasta el cielo (ed io riesco a muovere i piedini con un tantino più di grazia e femminilità) (un tantino ho detto),

il mio compleanno quest'anno è come una festa di paese poichè ha la modesta durata di 7 gg (paracula? io? IOOO? Si).

E NON è perchè sto invecchiando che mi sento totalmente d'accordo con questa vignetta.



Vi saluto con un messaggio promozionale:
Mi raccomando, promuovete il nuovo reality completamente ideato, visto, corretto e sceneggiato da me e la brillante Anne: "Anche le psicopatiche c'hanno da parlà".

Mettetevi al riparo perchè sono dovunque, nel web, sul treno, nelle fogne e nei peggiori bar di Caracas.

4 commenti:

Sorella Jean Claude ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sorella Jean Claude ha detto...

Beata te che il ragazzo ce l'hai!!

Anne ha detto...

Lela mi spiace, ma avendoti messa nei miei blog preferiti ogni tanto avrai visite da "pazzi" peggio di me.
Mi sono già messa all'opera per quanto riguarda il "reality"...

Danielagna (a.k.a. Lelaebasta) ha detto...

Sorella Jean Claude: Grazie del beata me...Ma non disperare, sono certa che una sorella come te non rimarrà a lungo sola!
(Ho adorato ogni parola della tua analisi del "manzo che c'è per strada".)
Anne: pazzi? magari fossero tutti così i pazzi...aaah, signora mia 'un mi faccia parlare...