About my Blog

writing  often it is the only thing between you and impossibility. no drink, no woman's love, no wealth can match it.  nothing can save you except writing.  it keeps the walls from failing. the hordes from closing in.  it blasts the darkness.  writing is the ultimate psychiatrist,  the kindliest god of all the gods.  writing stalks death. it knows no quit.  and writing laughs at itself, at pain.  it is the last expectation, the last explanation.  that's what it is. 

sabato 15 novembre 2008

Mi presento -BURP- ah ah, ciao ragazzi.*

Potrei iniziare il mio ennesimo blog raccontandovi di quanto io sia brillante, completamente dedita agli studi e alle sudate carte, diligente universitaria con una media stratosferica e ambizioni da premio nobel.
Oppure esaltare le mie doti fisiche: la mia folta chioma riccioluta incornicia un viso dai lineamenti perfetti, stilisti fanno a gara per accaparrarsi il mio così invidiato e statuario corpo anche solo per una passerella, sono sempre perfettamente in ordine, ho un'eleganza naturale che mi permette di indossare magnificamente anche il più sciatto straccetto da bancarella e cammino abitualmente e senza perdere mai l'equilibrio su tacchi vertiginosi (sebbene io sia già, di mio, alta circa 1.80).
O magari invece potrei raccontarvi della mia intensa carriera come cantante: pensate che un produttore mi ha notata mentre cantavo sottovoce alla fermata del 90 express e mi ha introdotto nel dorato mondo della musica. Ora la mia vita si divide equamente fra tournèe in tutto il mondo, duetti con gli artisti più gettonati e presenze nei programmi musicali di maggiore importanza.

Ecco, potrei.

Ma, in tutta franchezza, vi direi un mucchio di cazzate.
Questo tanto per ricordare che nei blog, spesso, niente è come sembra, molto è artefatto, costruito e artificioso, nella perenne ricerca di assomigliare all'avatar che si ha in mente per se stessi.
Questo blog tenterà di essere sincero, affatto presuntuoso e, per quanto possibile, aggiornato.

Sono approdata qui abbandonando dapprima il "troppo colorato e confusionato" space di msn, poi il blog di splinder, il quale effettivamente non mi soddisfaceva in pieno. (vabbè si...ho anche perso la password d'accesso, avvenimento da me interpretato come un'indubbia necessità di cambiamento)

*chi indovina la citazione otterrà i sensi della mia incontenibile stima (oltre al privilegio di figurare per primo fra i commenti di questo blog)

2 commenti:

Anne ha detto...

hihi.. benvenuta nel mondo di blogspot! Ti divertirai un mondo, lo so. Intanto io ti lascio il primo commento, augurandotene altri mille.
Hai letto i "romanzi" che ti ho inviato CaVissima???
A presto sul mio o sul tuo blog..

Iriza e Neal ha detto...

Aiutami, voglio venire a casa tua nascondimi in cantina, grazie.